Agosto, riposare rigenerandosi!

15 Ago

Agosto è il mese dell’anno che sicuramente tutti aspettano per il meritato riposo annuale, una pausa dal lavoro, dalla scuola e da tutto lo stress accumulato fin’ora. Quello che non tutti si aspettano invece, è che Agosto è anche il mese tanto ambito dagli sportivi che finalmente possono riposare non solo il corpo ma anche la “mente”, impegnata durante l’anno a raggiungere obiettivi, scadenze ed orari.

Si smette di seguire un allenamento più o meno intenso, ma una lunga passeggiata, una corsa al parco con il proprio cane o una semplice nuotata in piscina tiene comunque il corpo attivo e libera la mente da quelle condizioni e quei principi imposti da una regolare attività sportiva. Il praticante disciplinato ovviamente non mancherà di ripetere ogni tanto qualche forma e curare l’armonia del corpo, senza che nessuno gli presti giudizio, concedendosi una libertà che durante l’anno non si ha e ci si possa esprimere a proprio piacimento nel nostro piccolo grande Mondo.

Vero è che lo sport costituisce durante l’anno un modo per scaricare tensioni e stress accumulati, vero anche che non tutti vanno in ferie in quel mese, ma il mese di Agosto, con le poche auto che girano in città e quella sua quotidianità gestita con più calma, rigenera il nostro umore e di conseguenza corpo e mente.

Non pensate che “riposo” significhi “immobilità”, anzi! E’ quando siamo calmi e liberi da pensieri che nascono le idee più ingegnose e lo sportivo si cimenta nel provare gli esercizi più particolari.

Personalmente reputo questo mese un relax in tutti i sensi, ma allo stesso tempo, mancandomi la quotidianità dell’allenamento, cerco di spronare l’inventiva e provare allenamenti paralleli diversi. Quando non fa troppo caldo infatti, mi rinchiudo nel box ad allenarmi prefigurandomi le scene di possibili esercizi, tutto in modo molto spensierato, seguendo l’istinto di soddisfare una mancanza.

Allenare il Kung Fu o più nello specifico il Wing Chun, fa ormai parte della mia vita quotidiana sia durante l’anno che nel mese di Agosto. Non esistono dei veri periodi di stasi, il solo fatto di parlarne mi fa sentire una cosa unica con quest’Arte e si ingloba nella quotidianità. Certamente in questo periodo mi manca il compagno con cui allenarmi o le lezioni con i miei allievi, ma il solo fatto di mostrare la bellezza di questa disciplina e i benefici che porta, mi appaga completamente.

La mia rigenerazione parte con l’immaginazione, la famosa boxe con le ombre, che aiuta sicuramente a sviluppare il sistema e l’istinto; saper sfruttare la fantasia mi ha sempre aiutato notevolmente nelle Arti marziali.

La capacità di rigenerarsi dipende esclusivamente da noi. C’è chi preferisce ad esempio sospendere completamente tutto e dedicarsi al solo relax… il riposo è essenziale per chi si è dedicato con intensità all’allenamento durante l’anno, soprattutto per gli allievi più assidui uno break ci vuole,  ma non totale. Un ripasso ogni tanto o quella voglia allenarsi con qualche compagno prima della riapertura dei corsi, accresce la volontà e la voglia di riprendere al meglio.

Un ultimo consiglio: non allenatevi tanto per appagare la vostra coscienza. Meglio un breve allenamento ma con criterio, interrogatevi sui movimenti, solo in questo modo possiamo acquisire e sentire noi stessi. La cosa fondamentale nelle Arti Marziali non è “quanto ti alleni” ma “cosa alleni”, ossia avere perfettamente coscienza di quello che stai facendo.

Shifu Rocky

Shifu Rocky

V grado Sup. (Nei Jia) della Wing Chun Basement
Shifu Rocky

Latest posts by Shifu Rocky (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *